Carrello

QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELL’IDRATANTE IDEALE?

Immaginiamo di guardare un film poliziesco durante il quale si sta tracciando l’identikit di un ricercato. Esperti e testimoni contribuiscono con le loro descrizioni a delinearne il profilo. Proviamo ora ad immaginare di fare lo stesso in un laboratorio chimico e di dare informazioni ad un formulatore per delineare l’identikit dell’idratante ideale, in grado di migliorare l’elasticità e la levigatezza della pelle e favorire l’assorbimento delle sostanze funzionali nei trattamenti estetici e curativi. La prima osservazione da cui partiremmo è che la secchezza della cute, e del suo conseguente invecchiamento precoce, si annida nella vita quotidiana.

Ad esempio un’eccessiva e non cautelata esposizione a sole, vento, inquinamento, o uno stile di vita scorretto, una cattiva alimentazione ed eccessivo stress, sono tra i fattori che contribuiscono al deteriorarsi dell’epidermide. Per questo, identificare prodotti idratanti in grado di prevenire e contrastare l’aging cutaneo diventa fondamentale. Un’altra informazione che potremmo fornire al nostro formulatore è che la crema idratante, oltre a preservare il contenuto di acqua nell’epidermide, deve nutrire la pelle e al contempo renderla più levigata, morbida e luminosa.

Tecnicamente per formulare questo prodotto egli potrà attingere da tre categorie di ingredienti: a) agenti occlusivi che ricoprono la superficie cutanea impedendo la perdita di acqua b) emollienti che migliorano la morbidezza c) umettanti: sostanze igroscopiche che per la loro natura chimica sono in grado di bloccare l’acqua nello strato corneo. Il consiglio è di bilanciare adeguatamente le tre componenti per definire il grado di attività della formula e la sua destinazione d’impiego. Se suggeriamo di aggiungere alcuni estratti  naturali o vitamine, a determinate concentrazioni, la crema assume anche azione antiossidante e rigenerante.

Il cosmetico idratante diventerebbe più pregiato ed efficace se alla formula aggiungiamo acido ialuronico liposomiale o liofilizzato, ultra nota macromolecola elastica di polisaccaridi presente nelle pelli giovani e sane che, in queste forme chimiche, ha la capacità di penetrare e trattenere l’acqua (circa mille volte il suo peso), stimolandone un assorbimento naturale. Infine, l’identikit sarà completato con il suggerimento al formulatore della texture ideale, ricordando che un idratante non va sempre bene per tutti i tipi di pelle.

Per una cute oleosa è più indicata una crema dalla texture leggera, anche in gel, senza oli o elementi troppo nutrienti che potrebbero risultare pesanti. Per pelli secche, invece, è da preferire una crema nutriente ed idratante allo stesso tempo. La texture sarà corposa o sottoforma di unguento nel caso di cute molto secca